La popolarità in crescita esponenziale delle opere televisive di Hollywood perseguita gli editori di giochi, combattendo disperatamente per il diritto di pubblicare progetti basati su "icone" televisive. Soprattutto, Ubisoft è riuscita in questa materia , avendo ottenuto le licenze per Heroes ("Heroes") e Lost ("Remaining Alive") di successo. L'onore di essere entrato per primo nello spazio console-computer è andato all '"incorruttibile" Jay Abramsom.

Un'interpretazione cinematografica delle avventure di un gruppo di sopravvissuti dopo un incidente aereo ha entusiasmato le menti degli spettatori per quattro stagioni. Gli eroi hanno almeno un paio d'anni per risolvere i misteri dell'isola misteriosa. E sebbene gli autori abbiano promesso di completare l'epopea mistica nel sesto capitolo, questo è difficile da credere.

Dopo l'annuncio di Lost virtuale , c'era la speranza che gli sceneggiatori dell'editore francese avrebbero ancora potuto aprire il velo di segretezza su alcune delle complessità della trama. La versione di rilascio, ahimè, ha mostrato il contrario. Via Domus ("Lost. To stay alive", su richiesta di "New Disc") è estremamente discreto aggirando tutte le insidie ​​associate ai momenti chiave per l'impossibilità di una trama confusa.

Al posto dei personaggi preferiti, il posto del protagonista principale è stato preso dal fotografo Eliot Maslow, anche lui tra i fortunati sopravvissuti allo schianto. Secondo i canoni del genere, il passato dell'eroe appena sfornato è coperto di oscurità. Alcuni dettagli della vita "ordinaria" del giornalista possono essere raccolti guardando attentamente il video introduttivo - altrimenti numerosi "flashback" dominano la palla.

Il gameplay del gioco si compone di tre parti: correre attraverso la giungla, esplorare le grotte ed esplorare l'area della spiaggia dell'isola: tutti gli eventi sono distribuiti in sette piccoli episodi. Il campo dei sopravvissuti pullula di volti familiari. Le stelle dello schermo blu comunicano volentieri con l'eroe principale, assegnano vari compiti ed entrano in relazioni merce-denaro. Il noto Sawyer gestisce il baratto. Solo lui può scambiare torce vitali o carburante per una stufa a cherosene. Il problema dell'illuminazione è particolarmente acuto quando ci si trova all'interno di grotte sinistre. Camminare negli spazi sotterranei è irto di molti pericoli, i principali dei quali sono ... - gocce d'acqua che cadono dal soffitto e improvvise raffiche di vento. Entrambi possono spegnere per sempre le fiamme che illuminano il percorso nelle mani di Eliot. In questo caso, dovrà affrontare la morte inevitabile da un cuore spezzato: dopotutto, non tutte le persone sono in grado di mantenere la compostezza, essendo lasciate nell'oscurità totale da sole con i predatori in agguato. Tuttavia, la semplice cautela eviterà un riavvio anticipato. Con una "torcia" funzionante l'eroe non ha paura di nulla. Gare in "foreste" tropicali - la componente più dinamicaLost: Via Domus . Saltando sugli alberi caduti, il curioso fotografo dovrà sfuggire al "fumo" mortale e agli indigeni ostili. È estremamente difficile perdersi nella giungla apparentemente infinita: i punti di riferimento posizionati con cura ti mostreranno sempre la strada giusta.

La vegetazione verde, a proposito, dimostra perfettamente le ampie capacità del motore locale, che è apparso nello sparatutto patriottico per console America's Army: True Soldiers . I modelli dei personaggi e il protagonista in particolare sono eseguiti in modo impeccabile. Solo che c'è una barba incurante sul viso del fotografo. Ma con la componente audio, gli sviluppatori hanno avuto un bobble. Sembrerebbe che in Via Domus abbiamo sicuramente bisogno di sentire le voci di tutti gli attori chiave, tuttavia, solo una parte degli "attori" secondari ha preso parte al doppiaggio del gioco.

***

Il famigerato stigma dei "giochi basati su" non poteva ignorare l'attuale creazione di Ubisoft . Nella migliore delle ipotesi, Lost: Via Domus può essere utilizzato esclusivamente come guida virtuale ai luoghi di gloria, perché il progetto non ha valore semantico e di trama.

Pro: bella foto; personaggi familiari della serie TV.
Contro: transitorietà; gameplay monotono; trama di nessun valore per i fan.